RAPPORTO ALEX SLAVIAN 01

“Per Khorne, non c’è tempo da perdere!” ho pensato, mentre quello che sembrava un burocrate dell’Imperium, mi consegnava le chiavi del suo pianeta.
L’ennesimo pianeta. L’ennesimo mondo. L’ennesima razza.

Sono venuto in questo mondo con un unico scopo e non me ne andrò finché non l’avrò portato a termine, come sui 666 pianeti precedenti. Questo mondo, però, si distingue tra tutti quelli visitati fino ad ora.
E’ cosi pieno di dolore, di odio, di marcio, di peccato. L’ho avvertito oltre lo spazio e il tempo.
L’ho sentito sgorgare dai grattacieli fino ai bassifondi di quello che questi alieni chiamano “metropoli”. L’ho percepito anche nel doganiere che mi ha così gentilmente indicato la cabina 08871. Infondo, ognuno combatte i propri demoni. Purtroppo alcuni demoni sono più reali degli altri e questo lo scopriranno presto.
Presto tutti loro saranno salvati. Anche il doganiere.

La cabina del teletrasporto mi fa uscire all’interno del porto spaziale della città.

Ammetto di rimanere impressionato. All’interno di questo luogo la tecnologia è molto avanzata, così come il movimento. Uomini, ibridi e omicroniani si muovono come schegge impazzite fianco a fianco senza tuttavia curarsi l’uno dell’altro, tutti a testa bassa. Tante formichine diligenti che seguono gli ordini di qualche capo invisibile. Gli Elfi Oscuri sarebbero molto felici nell’ “ammirare” una tale costruzione.

Non devo perdere di vista il mio obiettivo! Non sono previsti fallimenti ! Non ce ne sono stati fino ad ora e questo misero mondo non è un’esclusione! Sono qui con un unico scopo : trovare gli eretici, restituire la Reliquia, riportarli alla Legione; morti, in catene o a pezzi, non aveva alcuna importanza. Il doganiere mi ha consigliato di rivolgermi ai Custodi degli Astri, o meglio al loro ambasciatore. Avrebbe potuto aiutarmi nelle mie ricerche ma devo fare attenzione. I Custodi sono conosciuti per essere l’unico database vivente di ogni singolo avvenimento accaduto nello spazio-tempo. Ma non hanno fatto i conti con una minaccia ben piu’ grande di me che incombe su di loro .

La prima cosa che mi salta all’occhio guardandomi attorno è l’aspetto fisico degli omicroniani. Sono tutti alti come me, ma mediamente 25 kg più magri. Hanno enormi occhi neri privi di iride e la maggior parte di loro capelli lisci e neri.

La gente veste nei modi più disparati. Nessuno sembra curarsene più di tanto

Sulla mia destra vedo un enorme grattacielo. Su di esso è proiettato un mastodontico ologramma di un umano. La mia attenzione rimane su di lui.

Dice di parlare in nome della famiglia Aggar e che lavorerà insieme all’esercito per bloccare l’avanzata dei terroristi di Ombra di sabbia e del loro leader ibrido Sadir la tigre. Non riesco a capire altro, ma sinceramente mi va bene così.

Le persone continuano a sfrecciarmi attorno impazzite e la cosa mi infastidisce non poco, perciò decido finalmente di cominciare a scrivere appunti sul mio incontro con uno degli ammiragli della flotta spaziale. Lo vedo arrivare, è un ibrido dall’aria fiera e capisco da subito che sarà difficile per me soggiogarlo come ho fatto con il doganiere.

Segno gli ultimi appunti sull’ologramma proiettato dal mio dispositivo

Motivo della visita : studi e contatti con la nuova razza omicroniana; valide supposizioni del sommo Bibliotecario dell’Imperium, Sanguinus, della presenza eretica del Warp nel nuovo sistema planetario. Risoluzione indagine : contatto ed individuazione degli eretici con conseguente riconversione ; in caso contrario, applicare protocolli di Exterminatus Planetario trasformando il pianeta in un mondo tomba

Richiudo l’ologramma.

Il militare, un ibrido di età matura, giunto vicino a me mi saluta con un cenno particolare della mano, che suppongo sia quello usato dai Custodi degli astri.

– Capitano Roth Yarn…

SI VA IN SCENA

Karl Casey @ White Bat Audio

I contenuti presenti sul blog “cronache di Omicron” del quale è proprietario l’autore del blog non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. Copyright © 2020 – 2021 Omicron Galaxy by Andrea Pastore. All rights reserved

One thought on “RAPPORTO ALEX SLAVIAN 01

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...