RAPPORTO DOGANA 21

Rapporto scritto da: Custode dei portali

Squilla l’hologram creator 3.0, con la sua inconfondibile lucetta rossa a intermittenza che mi avvisa dell’ennesima richiesta di sbarco.

Come al solito premo su di esso, visualizzando l’ologramma della persona che richiede l’ingresso.

Un volto grande e due grandi e due grandi occhi privi di iride si parano davanti a me. Si tratta di un nativo omicroniano.

“Strano”, penso in un primo momento. Negli ultimi tempi quasi tutti i richiedenti asilo sono esseri umani in fuga dal pianeta Terra, quindi la cosa mi fa restare basito, ma se ho imparato qualcosa in tutti questi anni, è che nulla va mai dato per scontato, soprattutto in un lavoro come il mio.

-Nome e cognome, prego…-

-Michael Fary – mi risponde con voce serena, dandomi l’idea di una persona tranquilla. La cosa che mi fa restare basito, tuttavia è il nome del ragazzo.

-Michael Fary? – inarco il sopracciglio spaesato -Ma è un nome da umano…-

-Già…- mi risponde lui

-E da dove deriva questo nome di origine umana, se sei un omicroniano? Sai com’è, mi aspettavo più un nome come Kwong o Wolkus, e invece mi sbuca un Michale Fary – premo il pulsante di apertura del portale, dando modo al giovane di sbucare all’interno della dogana.

Si tratta di un giovanissimo omicroniano di 180 cm per 60 kg, e la sua scheda di identità spaziale lo conferma. Considerando che un Omicroniano è alto mediamente 2 metri abbondanti, posso sostenere che si tratti di un ragazzo piuttosto basso.

Il peso invece sembra essere nella norma. Considerando la fibra muscolare dei nativi di omicron, dalla definizione del suo corpo, posso tranquillamente sostenere trattarsi di un atleta. i Bicipiti risultano tonici e gonfi, mentre larghe spalle fanno da contraltare ad una silouetté snella ed allungata, tipica degli omicroniani.

Dalla scheda risulta abbia 21 anni, e considerando lo sviluppo tardivo della sua razza, ne dimostra non più di 15. Un giovanissimo ragazzo.

-Allora Michael…- mi fa stranissimo chiamarlo con quel nome – Di dove sei? –

-Vengo da una città vicina alle montagne, Torre Riborna. Sto tornando da un viaggio interdimensionale

Insospettito dal suo nome, controllo con attenzione per vedere se qualcosa non torna, ma incredibilmente tutto è in regola. Questo ragazzo è già, a tutti gli effetti, un cittadino del nostro pianeta.

L’unica cosa che riesco a dedurre da questa breve intervista è che possa trattarsi di un abitante con lontane origini umane.

Probabilmente un suo avo sarà stato uno degli ibridi di prima generazione, non ci sono altre spiegazioni concrete. Decido però di non pensarci e non immischiarmi.

Mi limito a dare indicazioni al giovane sulla cabina del teletrasporto da usare per il suo viaggio.

-Michael….cabina del teletrasporto 87643, ti porterà al centro della tua città del nord. Ti chiedo solo un favore. Puoi far avere alla dogana delle notizie sull’origine del tuo cognome umano? (omicrongalaxy@gmail.com) –

Il ragazzo sorride e annuisce, pronto a intraprendere il suo viaggio. Infine, dopo essere entrato nella cabina che gli ho indicato, sparisce.

Cittadini accettati: Michael Fary

I contenuti presenti sul blog “cronache di Omicron” dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.Copyright © 2020 – 2021 Omicron Galaxy by Andrea Pastore. All rights reserved

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...